fbpx

Concerto n° 16 – MARCO CAPPELLI ACOUSTIC TRIO

2019-02-14 20:30 - 23:00 Europe/Rome
Teatro Sannazaro
Address: Via Chiaia, 157, 80121 Napoli

Giovedì 14 febbraio 2019 Teatro Sannazaro – ore 20.30

MARCO CAPPELLI ACOUSTIC TRIO

OSCAR NORIEGA, clarinetti

SHOKO NAGAI bandoneon, live electronics

MAURIZIO DE GIOVANNI, voce recitante

The Nesbø Project – Musiche liberamente ispirate all’universo noir di Jo Nesbø


Marco Cappelli Acoustic Trio

Marco Cappelli, chitarra

Ken Filiano, basso

Satoshi Takeishi, percussioni

Il Marco Cappelli Acoustic Trio  esplora il suono “da camera” della chitarra classica preparata da Marco in combinazione con il potente basso acustico di Ken e il set di percussioni molto speciale di Satoshi. Formato nel 2009 da tre degli improvvisatori più attivi nella scena musicale d’avanguardia di New York, si è fatto conoscere  sia a New York che attraverso due fortunati tour europei nel 2011 e 2013. Il repertorio di Acoustic Trio si basa principalmente sulla musica che scrive Marco Cappelli ispirato ai personaggi degli scrittori noir.
Il primo cd, pubblicato nel 2011 da Mode Records, è intitolato Les Nuages ​​en France ed è ispirato ai misteri dello scrittore francese Fred Vargas. Chi ha familiarità con la serie noir di Vargas, troverà facile riconoscere le personalità di Adamsberg, Danglard, Retancourt … Il secondo cd è intitolato Le Stagioni del Commissario Ricciardi è stato pubblicato nel 2013 dall’etichetta di John Zorn Tzadik, ed è dedicato allo scrittore italiano Maurizio De Giovanni e ai suoi misteri con il Commissario Ricciardi, una figura poetica di poliziotto contro l’establishment che agisce nel 30 anni a Napoli sotto il regime fascista. La band sta attualmente lavorando per pubblicare il suo terzo progetto discografico dedicato alla “noir literarature”: questa volta l’attenzione è rivolta allo scrittore di gialli norvegesi Jo Nesbø. Per l’occasione l’Acoustic Trio presenta due ospiti speciali come Oscar Noriega su clarinetti e DJ Olive su giradischi. Nell’autunno 2014 l’attore Andrea Renzi e Marco Cappelli hanno presentato in anteprima la commedia teatrale Sonata per il Commissario Ricciardi, basata su un racconto di Maurizio De Giovanni prodotto dal Teatro Garibaldi di Palermo alla Kalsa e presentato al prestigioso Napoli Teatro Festival 2015, con musica dal vivo di Marco Cappelli Acoustic Trio con l’ospite speciale Shoko Nagai (fisarmonica).

Marco Cappelli ha compiuto un  percorso artistico Fuori dell’ordinario, partendo dalla interpretazione rigorosa della musica scritta per arrivare  a liberi linguaggi di improvvisazione. La  peculiarità delle esibizioni di Marco è dovuta a un’affascinante serie di collaborazioni (Anthony Coleman, Michel Godard, Butch Morris, Franco Piersanti, Jim Pugliese, Enrico Rava, Marc Ribot, Elliott Sharp e altro) anche nei festival di musica jazz e d’avanguardia sia come solista che in gruppo. Tra i fondatori dell’acclamato gruppo di  musica contemporanea “Ensemble Dissonanzen”, Cappelli vive attualmente a New York, dove si trova coinvolto con la scena musicale contemporanea e d’avanguardia.

Attivo dai primi anni ’80, il bassista Ken Filiano da allora ha contribuito a decine di album, la maggior parte relativi al jazz creativo, dal post-bop alla libera improvvisazione. Un educatore, il bassista ha insegnato all’Università del New Mexico (Albuquerque), New York State University (Buffalo), UCLA e Rutgers University. Nel 2002 finalmente Filiano ha pubblicato il suo primo album da solista, intitolato Subvenire. La versione di novembre 2010 “Dreams from a Clown Car” ha segnato il debutto discografico del quartetto Quantum Entanglements di Filiano, con i sassofonisti Tony Malaby e Michaël Attias e il batterista Michael T.A. Thompson.

Batterista, percussionista e arrangiatore Satoshi Takeishi è originario di Mito, in Giappone.

Ha studiato musica al Berklee College of Music di Boston, nel Massachusetts. A Berklee ha

sviluppato un interesse per la musica del Sud America e  ha vissuto in Colombia. Continua a esplorare l’elettronica multi-culturale e musica d’improvvisazione con musicisti e compositori locali a New York.


Oscar Noriega

Polistrumentista e compositore, Oscar vive a Brooklyn dal 1992.

Ha lavorato con Lee Konitz, Anthony Braxton, Gerry Hemingway, Dewey Redman e Paul Motion.

Attualmente sta suonando con Snakeoil di Tim Berne, Endangered Blood (Chris Speed, Jim Black, Trevor Dunn) e con Jacob Garchik, ispirato al Messico, Banda De Los Muertos.

Suona sax alto, clarinetto, clarinetto basso e batteria.


DJ Olive
Da quando è uscito a Brooklyn con la sua band WE ™ a metà degli anni ’90, DJ Olive ha portato  la sua originale musica dub underground  in tutto il mondo. Il suo lavoro di installazione dei primi anni ’90 con collettivi d’arte nei magazzini sotterranei a  Williamsburg si è sviluppato al punto in cui DJ Olive è stato inserito due volte nella prestigiosa Biennale di New York al Whitney Museum e ha realizzato  una installazione alla Biennale di Venezia


Maurizio De Giovanni

Nasce nel 1958 a Napoli. Come scrittore è arrivato tardi al successo, solo nel 2005, all’età di 47 anni. Nel 2005 partecipa, presso il Gran Caffè Gambrinus, a un concorso organizzato da Porsche Italia e dedicato a giallisti emergenti. Crea, quindi, un racconto che ha come protagonista il commissario Ricciardi, intitolato “I vivi e i morti”, la cui trama si svolge a Napoli ed è ambientata negli anni Trenta. L’anno successivo Maurizio de Giovanni pubblica con Einaudi Stile Libero il libro “Per mano mia. Il Natale del commissario Ricciardi”, seguito nel 2012 da “Il metodo del coccodrillo”, un noir ambientato sempre a Napoli, ma questa volta in epoca contemporanea.

Queste ha un nuovo personaggio come protagonista, l’ispettore Lojacono. L’opera è edita da Mondadori. Nel 2013 lo scrittore campano torna in libreria con un romanzo che lo vede passare dal genere noir al cosiddetto police procedural. Si tratta di “I bastardi di Pizzofalcone“, che prende spunto dall’87° Distretto di Ed McBain. Successivamente viene pubblicato “Buio per i bastardi di Pizzofalcone”, praticamente in contemporanea a “Un giorno di settembre a Natale”, racconto che fa parte di un’antologia edita da Sellerio intitolata “Regalo di Natale”. Nel gennaio del 2017 va in onda su Raiuno la fiction “I bastardi di Pizzofalcone“, tratta dalle storie di Maurizio de Giovanni La regia è di Carlo Carlei, mentre De Giovanni lavora nel team come sceneggiatore.

Visit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram