fbpx

Concerto n° 20 – HAE-SUN KANG

21/03/2019 20:30 - 23:00 Europe/Rome
Teatro Sannazaro
Address: Via Chiaia, 157, 80121 Napoli

Giovedì 21 marzo 2019 – Teatro Sannazaro – ore 20.30

HAE-SUN KANG, violino

CIRO LONGOBARDI, pianoforte

Leos Janàček – Sonata per violino e pianoforte;

Karol Szymanowski – Mythes per violino e pianoforte;

Olivier Messiaen – Thème et variations per violino e pianoforte;

Claude Debussy -Sonata per violino e pianoforte


Hae-Sun Kang

Hae-Sun Kang è uno dei violinisti più richiesti sulla scena musicale internazionale contemporanea. È tenuta in grande considerazione da pubblico e compositori, come dimostra il numero sempre crescente di opere che le sono state dedicate.

È regolarmente invitata a esibirsi da solista in prestigiose sale da concerto come Carnegie Hall, Lincoln Center, Concertgebouw Amsterdam, Musikverein Vienna e Philharmonie de Paris, così come in molti festival come il Festival di Salisburgo, Wien Modern, Lucerne Festival, Musica Nova (Helsinki ) e Festival Musica per citarne solo alcuni. Hae-Sun Kang ha presentato in anteprima molte opere importanti per il suo strumento, tra cui alcune che sono passate alla storia della musica contemporanea. Questo è il caso di Anthémes 2 di Pierre Boulez per violino solo ed elettronica, che ha debuttato nel 1997 a Donaueschingen e registrato per Deutsche Grammophon. Da allora ha regolarmente eseguito il lavoro nelle sale da concerto e nei festival di tutto il mondo, così ha fatto il 2015 a Baden-Baden in occasione del 90 ° compleanno di Pierre Boulez. Nello stesso anno, interpreta Anthèmes 2 all’Opéra National de Paris in una versione teatrale con coreografia di Wayne McGregor. La stretta collaborazione di Hae-Sun Kang con compositori viventi si riflette anche nei concerti per violino in prima esecuzione assoluta: ha eseguito la prima mondiale del Quad di Pascal Dusapin nel 1997 a Parigi e si è esibita nella prima coreana del suo concerto per violino Aufgang con la Seoul Philharmonic Orchestra diretta da Myung-Whun Chung nell’aprile 2015. Ha anche eseguito concerti di Ivan Fedele, Beat Furrer e Matthias Pintscher con l’Orchestre National de Belgique, la Vienna Radio Symphony Orchestra e la Deutsches Symphonie-Orchester, tra le altre. Ha registrato il concerto per violino di Michael Jarrell … prisme / incidences … nel 2007 per l’etichetta francese Aeon con l’Orchestre de la Suisse Romande. Dopo la sua prima mondiale a Stoccarda, si è esibita con Philippe Manoury’s Synapse in Francia (con la Strasbourg Philharmonic Orchestra nel 2011 e l’Orchestre Philharmonique de Radio France nel 2012), nella Corea del Sud (con la Seoul Philharmonic Orchestra) e in Germania (2016 con la Radio Symphony Orchestra  Bavarese sotto la direzione di Susanna Mälkki)


 

 Ciro Longobardi

Ha compiuto gli studi pianistici con Carlo Alessandro Lapegna, perfezionandosi in seguito, con Alexander Lonquich e in musica da camera con Franco Gulli, Maurice Bourgue e Franco Rossi. Tra il 1994 ed il 1996 segue le masterclasses tenute da Bernhard Wambach a Darmstadt ed a Parma.

Finalista e miglior pianista presso l’International Gaudeamus Interpreters Competition 1994 di Rotterdam, Kranichsteiner Musikpreis nell’ambito del 37° Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt nello stesso anno, ha suonato per numerose istituzioni, tra cui Festival Traiettorie di Parma (Teatro Farnese), Festival Milano Musica, Festival Internazionale di Ravello, Ravenna Festival, Rai Nuova Musica Torino, Rassegna di Nuova Musica Macerata, Associazione Scarlatti Napoli, Accademia Filarmonica Romana, Nuova Consonanza, Istituzione Universitaria dei Concerti e I Concerti del Quirinale Roma, Biennale di Venezia, Saarländischer Rundfunk Saarbrücken, Ferienkurse Darmstadt, Festival Synthése Bourges, Festival Manca Nizza, Fondazione Gaudeamus Amsterdam (Muziekgebouw), Unerhoerte Musik Berlino, ZKM Karlsruhe, INA GRM Parigi (Radio France), Logos Foundation Ghent, Pianoforte Foundation Chicago, Gallery 345 Toronto, Peter B. Lewis Theatre (Guggenheim Museum) New York, Festival di Salisburgo, in qualità di solista, di camerista e di membro di Dissonanzen (Napoli) e di Algoritmo (Roma).

Di notevole respiro l’attività discografica: un suo doppio ritratto Sciarrino/Ravel pubblicato da Stradivarius è stato entusiasticamente recensito da Fanfare Magazine, International Piano, Bayerischer Rundfunk online e dalle maggiori riviste italiane. Inoltre, la prestigiosa rivista inglese Gramophone ha inserito il disco tra le tre registrazioni di riferimento del compositore siciliano. La sua registrazione integrale delle opere per pianoforte solo di Ivan Fedele (CD/DVD Limenmusic) ha ottenuto un Coup de Coeur de Radio France, il Premio speciale della critica come miglior disco italiano del 2011 nella categoria classica/strumentale, assegnato in seguito ad un referendum tra 100 giornalisti e critici indetto dalla rivista Musica & Dischi, il Premio Nazionale del Disco 2013 della rivista Amadeus nella categoria musica contemporanea. Dalla collaborazione con il compositore/interprete elettronico Agostino Di Scipio è nata una nuova versione di Electronic Music for Piano di John Cage, progetto presentato presso la Biennale di Venezia 2012 con grande successo di pubblico e critica. Il CD realizzato e pubblicato da Stradivarius è Disco del mese per la rivista Amadeus (ottobre ’12) e candidato al Premio Nazionale del Disco 2013 per la stessa rivista nella categoria musica da camera.

Partendo dalle attività con il collettivo Dissonanzen si è dedicato sempre di più alla libera improvvisazione, collaborando con musicisti del calibro di Markus Stockhausen, Michel Godard, Stefano Scodanibbio, Alvin Curran, Adam Rudolph, Jim Pugliese, Evan Parker, Dominique Pifarély. Il suo progetto sugli Esercizi d’improvvisazione di Luc Ferrari ha ottenuto consensi entusiastici sia dal vivo che nel CD pubblicato sempre da Stradivarius. In uscita per l’etichetta milanese anche la registrazione effettuata in trio con Michele Rabbia, percussionista, e Daniele Roccato, contrabbassista, formazione già attiva e ampiamente seguita da diversi anni.

Come docente e divulgatore del repertorio contemporaneo, ha tenuto conferenze/concerto e masterclass per i Conservatori di Rotterdam, di Ghent, di Bruxelles (Koninklijk Konservatorium), di Alicante, per la Hochschule di Basilea, per la University of Chicago, per la Manhattan School of Music di New York e per i conservatori di stato italiani. Tra il 2012 e il 2014 ha tenuto l’insegnamento di pianoforte nell’ambito del Master of Advanced Studies in Contemporary Music Performance presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano.

Vincitore di tre concorsi nazionali per titoli ed esami a cattedre nei conservatori di musica, insegna presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno.

Visit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram