Calendario

Calendario

< 2019 >
Maggio
  • 21
    21/05/2019

    Concerto n° 1 "LO SGUARDO E IL SUONO" Caravaggio "Il Martirio di Sant'Orsola" - Mara Galassi

    19:30 -22:00
    21/05/2019Europe/Rome
    Palazzo Zevallos Stigliano
    Via Toledo, 185, 80132 Napoli NA

    Martedì 21 maggio 2019 – Palazzo Zevallos Stigliano – ore 19.30

    Caravaggio, Il Martirio di Sant’Orsola, 1610

    relatore ANTONIO DE NUNZIO

    MARA GALASSI, arpa doppia

    Napoli, 1610

    Fabrizio Dentice (1539-1581)

    Fantasia

    Gagliarda Bella (Siena Lutebook Ms28B39)

    Antonio Valente (1540-1580)

    Il Ballo dell’Intorcia (Intavolatura de’ Cimbalo, Napoli, 1576)

    Louis Maymon (XVI-XVII Sec.)

    Fantasia (Codice Barberino, olim Berlin 40032, Biblioteca Jagellonska, Cracovia)

    Giovan Leonardo dell’Arpa ( 1530-1602)

    Galliarda (Ms 4.6.3, Conservatorio di San Pietro à Maiella, Napoli)

    Ascanio Mayone (1565-1627)

    Ricercare Primo

    Partite sopra Fidele (Diversi Capricci, Libro 1, Napoli, 1603)

    Toccata IV per il Cimbalo Cromatico (Secondo Libro di Diversi Capricci per sonare, Napoli, 1609)

    Giovanni Maria Trabaci (1575-1647)

    Partite artificiose sopra il Tenor di Zefiro

    Toccata Seconda et Ligature a 4, per l’Arpa

    Ancidetemi pur, per l’Arpa (Il secondo Libro de Ricercate & altri varij Capricci,


    Mara Galassi

    Nata a Milano, ha studiato arpa moderna sotto la guida di Luciana Chierici presso la Civica Scuola di Musica di Milano, diplomandosi presso il Conservatorio di Musica di Pesaro nel 1976. Ha seguito i corsi di perfezionamento a Londra con David Watkins ed a Zurigo con Emmy Huerlimann. Ha suonato con le orchestre della Rai di Milano e Napoli, del Maggio Musicale Fiorentino, dell’Opera di Genova ed ha ricoperto il ruolo di Altra Prima Arpa (vincitrice di concorso) presso il Teatro Massimo di Palermo dal 1980 al 1989, del Teatro alla Scala di Milano. Dal 1984 si è dedicata all’esecuzione sull’arpa doppia del repertorio barocco, perfezionandosi al Conservatorio di Rotterdam (vincitrice di borsa di studio) ed al Sarah Lawrence College di New York, sotto la guida di Patrick O’Brien (vincitrice di borsa di studio Fulbright). Ha seguito a Londra i corsi di musicologia di Michael Morrow ed é socio fondatore della Historical Harp Society. Svolge intensa attività concertistica come solista ed in collaborazione con i più prestigiosi gruppi di musica antica in Italia ed Europa. Ha inciso per Tactus, Symphonia, Ricordi, Arcana, Erato, Harmonia Mundi, Opus 111. Per Glossa “Il viaggio di Lucrezia” recital di opere del 600 italiano, (premiato con “Choc de la Musique” e “Cannes Award”), “Les Harpes du Ciel” duetti per due arpe della fine 700, “ A Microcosm Concerto” musiche di G.F. Haendel; per Harmonia Mundi il Concerto per arpa e flauto di W.A. Mozart. Per la Fondazione Marco Fodella il dvd “ Voluptas Dolendi. I Gesti del Caravaggio”. Dal 1989 è docente di arpa rinascimentale e barocca presso la Civica Scuola di Musica di Milano.

  • 26
    26/05/2019

    Concerto n° 1 "Organi della Campania" Ben van Oosten

    19:30 -22:00
    26/05/2019Europe/Rome

    Domenica 26 maggio 2019 – ore 19.30

    Basilica dell’Incoronata Madre del Buon Consiglio a Capodimonte, Napoli 

    Johann Sebastian Bach (1685-1750)

    Fantasia and Fugue in sol minore BWV 542

    Largo ma non tanto

    César Franck (1822-1890)

    Choral N. 3 in la minore

    Marcel Dupré (1886-1971)

    Regina Cœli, Op. 64

    Charles-Marie Widor (1844-1937)

    Symphony N. 6 in G minor, Op. 42/2


    BEN VAN OOSTEN, organo


    Pori Organ -festivaalin urkuri hollantilainen Ben van Ooster.

    Ben van Oosten

    È nato all’Aia (Olanda) nel 1955; ha studiato organo e pianoforte al Conservatorio “Sweelinck” di Amsterdam e a Parigi.

    Dal 1970 le numerose tournée di grande successo hanno portato Ben van Oosten a suonare nelle principali sedi organistiche internazionali, dove è emerso come uno dei più notevoli virtuosi d’organo del nostro tempo.

    Oltre alla sua carriera concertistica tiene masterclass d’organo in molti paesi ed è professore di organo al Conservatorio di Rotterdam.

    Ben van Oosten si è dedicato in modo esaustivo alla musica d’organo sinfonico francese. Le sue incisioni delle otto Sonate per Organo di Alexandre Guilmant e dell’Opera omnia per organo di César Franck, Camille Saint-Saëns, Louis Vierne, Charles-Marie Widor e Marcel Dupré sono state premiate con diversi premi internazionali (inclusi l’Echo Klassik, Preis der deutschen Schallplattenkritik, Choc du Monde de la Musique e il Diapason d’Or).

    È anche autore della biografia completa di Widor intitolata: Charles-Marie Widor – Father of The Organ Symphony.

    Viste le sue attività riguardanti la valorizzazione della cultura d’organo francese, Ben van Oosten è stato onorato in tre occasioni dalla Société Académique Arts, Sciences, Lettres a Parigi. Il governo francese l’ha insignito Chevalier (1998) e Officier (2011) dell’Ordre des Arts et des Lettres, e nel 2010 Cavaliere dell’Ordine del Leone olandese da Sua Maestà la Regina dei Paesi Bassi.

    Ben van Oosten è organista titolare presso la Grote Kerk all’Aia e direttore artistico del Festival internazionale d’organo che si tiene ogni anno in questa importante chiesa.

     

  • 28
    28/05/2019

    Concerto n° 2 “LO SGUARDO E IL SUONO” Aldo Roberto Pessolano

    19:30 -22:00
    28/05/2019Europe/Rome

    Martedì 28 maggio 2019 – Palazzo Zevallos Stigliano – ore 19.30

    Domenico Battaglia, Il coro della chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova seconda metà del XIX secolo,

    relatore Ugo Dovere

    Aldo Roberto Pessolano, pianoforte

    Il suono del mistero

    Johann Sebastian  Bach (1685- 1750)-Wilhelm  Kempff(1895 – 1991)

    Siciliano  dalla Sonata per flauto n. 2 No. 2 BWV 1031                

    Johann Sebastian  BachFranz  Liszt (1811 – 1886)

    Preludio e fuga in la minore BWV 543

    César  Franck (1822 – 1890)- Harold Bauer (1873–1951)

     Prélude, fugue et variation op. 18

    Franz  Liszt

    Recueillement S.204

    Olivier Messiaen (1908 – 1992)

    Regard de l’Eglise d’amour , da Vingt Regard sur l’Enfant-Jésus


    Aldo Roberto Pessolano

    Nato a Salerno nel  1997 studia Pianoforte classico dall’età di tre anni.

    Attualmente frequenta il corso di Composizione con il M° Giancarlo Turaccio, al Conservatorio Martucci di Salerno dove ha già conseguito il Diploma Accademico di Compimento Superiore in Pianoforte, lode e menzione speciale, con il M° M. R. Falzarano.

    Al pianoforte classico continua ad essere seguito dal M° Giancarlo Cuciniello.

    Ha vinto concorsi nazionali ed internazionali di musica classica, musica da camera e approfondisce gli studi con masterclass e seminari.

    Ha dato concerti in tutta Italia, in particolare a Salerno, Napoli, Trieste e Udine.


Legenda colori categorie eventi

Miti di musica
Organi della campania
Scarlatti Contemporanea
Stagione del Barocco
Lo sguardo e il suono
Viaggi Musicali
La stagione del Centenario