Calendario

Calendario

Dom
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Luglio
Luglio
Luglio
Luglio
Luglio
Luglio
1
2
3
4
  • Musica sotto le stelle a Villa Pignatelli con Quartetto Henao

    Musica sotto le stelle a Villa Pignatelli con Quartetto Henao

    19:00 -21:00
    04/08/2020Europe/Rome
    Riviera di Chiaia, 200, 80121 Napoli NA

    Martedì 4 agosto 2020 – Villa Pignatelli – ore 19 e ore 21

    Musica Con Vista 1                                                                                 

    Giacomo Puccini – Crisantemi, elegia per quartetto d’archi; Robert Schumann – Quintetto in mi bemolle maggiore per pianoforte e archi op. 44

    Quartetto Henao

    William Chiquito, violino
    Soyeon Kim, violino
    Stefano Trevisan, Viola
    Giacomo Menna, Violoncello

    Costantino Catena, pianoforte       

     in collaborazione con     COMITATO AMUR



    Quartetto Henao

    Nasce a Roma nel 2014 in seno all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

    L’ensemble si contraddistingue da subito per la grande passione e precisione che comunica al pubblico in ogni concerto, dovuta certamente alla preziosa esperienza maturata in una delle compagini più prestigiose al mondo che gli permette di essere in contatto con alcuni tra i più acclamati solisti mondiali, oltre che dalla profonda amicizia che li unisce. Il vasto repertorio del quartetto spazia dal classico e romantico al contemporaneo. La multiculturalità dei suoi membri permette una perfetta unione d’intenti che permea ogni loro performance.

    Il Quartetto Henao, che dalla sua fondazione si perfeziona con Gunter Pichler (Alban Berg Quartet) presso l’Accademia Chigiana di Siena e l’Escuela Superior Reina Sofia di Madrid, si è esibito in alcuni tra i più interessanti festival e stagioni cameristiche, come l’Accademia Filarmonica Romana, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Festival Notti d’estate a Castel Sant’Angelo, i Musei Archeologici Nazionali di Taranto e Melfi, Festival di quartetto d’archi di Loro Ciuffenna, l’Associazione Piero Farulli, l’Accademia Musicale Chigiana, la ProQuartet di Parigi, l’Istituzione Universitaria dei Concerti dell’Univeristà la Sapienza, l’Auditorium Sony di Madrid, la Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale per Radio 3, l’Ambasciata italiana a Madrid, Incontri Musicali d’estate di Osimo, Festival internazionale di Santa Fiora. Il Quartetto Henao è membro della Pro Quartet Paris dal 2016, e nel 2018 è stato selezionato per aderire alla rete de Le Dimore del Quartetto. Nella prossima stagione il quartetto effettuerà un tour in Asia, e a febbraio 2020 debutterà con l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini di Parma e con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino eseguendo“Absolute Jest” scritto dal compositore americano John Adams per quartetto d’archi e orchestra.


    Costantino Catena

    “Pianista di un tipo ormai raro nella sua generazione, in lui sfolgora anzitutto l’arte del cantare sulla tastiera con invenzioni di fraseggio che ne dimostrano la squisita intelligenza musicale”: definito con queste parole dalla rivista Amadeus, Costantino Catena è stato ospite di importanti istituzioni concertistiche in vari paesi europei, in Australia, negli U.S.A., in Russia e in Giappone, tra cui l’Accademia Filarmonica di Bologna, la Philharmonia di San Pietroburgo, il Kennedy Center e la Georgetown University di Washington, gli Amici del Teatro Regio di Torino, gli Amici della Musica di Trapani, il Gasteig di Monaco di Baviera, la Società Dante Alighieri, il Liszt Memorial Museum di Budapest, il Festival Internazionale di Ravello, il Festival Internazionale di Alghero, l’Istituto Liszt di Bologna, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Palazzo Poli di Roma, il Teatro dell’Arte della Triennale di Milano, il Teatro Goldoni di Livorno, il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, la Yasar Concert Hall di Izmir, la Winchester University, la Filarmonica De Stat Transilvania di Cluj-Napoca, il Kusatsu International Festival, l’Ohrid Summer Festival. Costantino Catena ha un’intensa attività discografica, principalmente con l’etichetta giapponese Camerata Tokyo, con cui ha iniziato a collaborare nel 2010 incidendo l’integrale di Liszt per violino e pianoforte e in seguito numerosi CD solistici, tra cui un doppio CD lisztiano e un blu-ray dedicato a Debussy e Schumann, e con cui sono in progetto altri lavori discografici, tra cui la registrazione di tutta l’opera pianistica di Schumann. Recentemente il disco “Hidden Orchestra”, comprendente il Concerto op. 54 di Schumann per pianoforte e orchestra nella trascrizione per pianoforte e organo di Claudio Brizi, è stato inserito nella programmazione di bordo da All Nippon Airways, mentre il CD con il Quartetto e il Quintetto di Schumann, registrato insieme al Quartetto Savinio, è stato premiato con 5 stelle dalla rivista discografica Musica. I suoi dischi hanno ricevuto critiche entusiastiche da prestigiose riviste internazionali e importanti critici musicali e nell’agosto 2016 il nuovo CD “Two Saints – Francis of Assisi & Francis of Paola” è stato scelto come uno dei migliori dischi sulla rivista giapponese di musica “Record Geijutsu”. Ha inoltre inciso per le etichette Phoenix Classics  e Nuova Era International e le sue registrazioni sono state spesso diffuse in Italia e all’estero (RAI Radiotelevisione Italiana, NHK Nippon Hōsō Kyōkai, RSI Radio della Svizzera Italiana, MR Magyar Rádió).

    Ha al suo attivo anche una notevole attività cameristica, avendo collaborato con artisti quali Alessandro Carbonare, Michele Lomuto, Franco Maggio Ormezowski, Gabriele Geminiani, Carlo Parazzoli, Saschko Gawriloff, Sabrina-Vivian Höpker, Claudio Casadei, Massimo Quarta, Maja Bogdanovich, Lynne Dawson, Claudio Brizi, Quartetto Savinio. In collaborazione con il musicologo Paolo Scarnecchia ha avviato una esplorazione del repertorio delle turcherie, e più in generale di ispirazione orientalista, costituito da fantasie, variazioni, parafrasi, riduzioni e rêveries, e presentato in forma di conversazione-concerto.

    Costantino Catena ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte. Dopo aver conseguito con il massimo dei voti e la lode il diploma di pianoforte presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno sotto la guida del M° Luigi D’Ascoli, ha proseguito e completato la sua formazione pianistica seguendo corsi di perfezionamento con Konstantin Bogino, Bruno Mezzena e Boris Bechterev. Importanti riferimenti per la sua maturazione artistica sono stati anche gli incontri con Aldo Ciccolini, Michele Campanella e Joaquin Achucarro. Docente di pianoforte principale presso il Conservatorio di Musica “D. Cimarosa” di Avellino, ha dato masterclass e seminari per varie Accademie e Università  (The Ignacy Jan Paderewski Academy of Music in Poznań, Tromsø University,  Music College of the Moscow Tchaikovsky Conservatoire, Babes-Bloyai University of Cluj-Napoca, Winchester University, Yasar University of Izmir). Laureato sia in Filosofia presso l’Università degli Studi di Salerno che in Psicologia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, ha approfondito in particolare le tematiche concernenti la gestione degli aspetti psicologici e fisiologici durante l’esecuzione musicale.

    Costantino Catena è stato ufficialmente designato “Yamaha Artist” nel 2016.

5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Settembre
Settembre
Settembre
Settembre
Settembre

Legenda colori categorie eventi

Stagione 2019/2020

Musica sotto le stelle a Villa Pignatelli
Grande musica a San Benedetto
Miti di musica
Organi della campania
Scarlatti Contemporanea
Stagione del Barocco
Lo sguardo e il suono
Viaggi Musicali
La stagione del Centenario