Stagione 2019/2020

< 2019 >
Settembre
Dom
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
  • Concerto n° 4 “Organi della Campania” Benedetta Porcedda

    19:30 -23:00
    22/09/2019

    Viale S. Francesco d’Assisi, 1, 83100 Avellino AV

    Viale S. Francesco d’Assisi, 1, 83100 Avellino AV

    Domenica 22 settembre 2019 –  ore 19.30

    Chiesa del SS. Cuore Immacolato di Maria , Avellino

    George Böhm (1661 – 1733)

    Preludio e Fuga in do maggiore

    Vater unser im Himmelreich IGB 22

    Dietrich Buxtehude (1637 – 1707)

    Toccata in  re minore BuxWV 155

    Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

    Preludio e fuga in re maggiore BWV 532

    Corale in Trio “Jesu, Wir Sind Hier” BWV 731

    Felix Mendelssohn Bartholdy (1809 – 1847)

    Allegro in si bemolle  maggiore

    Sonata V op. 65 in re maggiore

    BENEDETTA PORCEDDA, organo


    Benedetta Porcedda

    Nata a Cagliari nel 1996, ha iniziato giovanissima gli studi musicali e ha conseguito la Laurea di I livello in  Organo presso il conservatorio “Palestrina” di Cagliari sotto la guida del M° Angelo Castaldo, con il quale attualmente frequenta il Biennio specialistico di II livello.

    Ha partecipato a masterclasses tenute dai Maestri Daniel Zaretsky, Emanuele Vianelli e Dan Loonqvist. Ha partecipato inoltre alla 52esima edizione dell’ “International Organ Festival” di Haarlem, frequentando i corsi di Ben van Oosten, Olivier Latry e Lorenzo Ghielmi.

    In qualità di organista solista ha partecipato alla manifestazione “Monumenti Aperti”, al progetto “Gli Organi progettati e fatti realizzare dal maestro Nano” a Cagliari, ai festival “Boghes et Organos” a Orani (NU), alla III e IV edizione del Festival Organistico Internazionale di Cagliari, alla XVIII Rassegna Internazionale Organistica di Alghero e alla XXI edizione dei “Vespri d’Organo” a Pistoia.

    Ha inoltre tenuto diversi concerti come continuista del “Bizzarria Ensemble” di Cagliari e collaborato con l’ “Ente vocale” di Nuoro.

    Fa parte del LabOs (Laboratorio Organi Storici), e ha frequentato il corso CO.LI.MUS. (Corso per Operatori musicali nella Liturgia).

    È stata invitata a tenere nel mese di Giugno 2019 alcuni concerti in Danimarca e parteciperà ad un tour di concerti che si terranno a Brescia e Chivasso in collaborazione con il conservatorio di Cagliari.

23
24
  • Concerto n° 6 “Lo sguardo e il suono” Vincenzo Tremante, Angelo Gazzaneo

    19:30 -23:00
    24/09/2019

    Via Toledo, 185, 80132 Napoli NA

    Via Toledo, 185, 80132 Napoli NA

    Martedì 24 settembre  2019 – Palazzo Zevallos Stigliano – ore 19.30

    Domenico Morelli, Dama col ventaglio, 1873

    relatrice Luisa Martorelli

    Vincenzo Tremante, tenore

    Angelo Gazzaneo, pianoforte

    All’ombra del Vesuvio – La canzone napoletana di fine Ottocento

    Giuseppe Campolongo

    Nuttata e sentimento

    Ernesto De Curtis

    Voce ‘e notte

    Francesco Paolo Tosti 

    ’A vucchella

    Rodolfo Falvo

    Dicitencello vuje

    Salvatore D’Esposito

    Anema e core

    Mario Pasquale Costa

    Era de Maggio

    Gaetano Lama

    Tutta pe ‘mme

    Eduardo Di Capua Emanuele Alfredo Mazzucchi

    I te vurria vasà

    Ernesto Tagliaferri /Nicola Valente

    Passione

    Anonimo XVI secolo

    Fenesta vascia

    Salvatore Cardillo

    Core ‘ngrato


    Vincenzo Tremante

    Nato  a Napoli  nel 1991, all’età di 15 anni intraprende lo studio canoro con Luigi Giordano Orsini. Prende parte a numerose masterclass con artisti del calibro di Bruno Praticò e Maria Grazia Schiavo. Consegue il diploma accademico in canto lirico presso il conservatorio di Napoli “ S. Pietro a Majella” prendendo parte a numerose produzioni sia in veste canora che attoriale, tra le quali: “I dialoghi delle Carmelitane” di F. Poulenc nel ruolo del 1° commissario; “Mas’Aniello” di J. Napoli nel ruolo del protagonista; “Aida di Scafati” di Campanelli – Fischetti nel ruolo di “Salvatore Radames” tenutasi al “Teatrino di Corte” (Napoli) e al “Mercadante” di Altamura; è “Don Narciso” nell’intermezzo di N.Jommelli “L’uccellatrice” tenutosi presso “Palazzo Zevallos” (Napoli) e presso il suddetto conservatorio. Prende parte a numerose tournée concertistiche nelle più importanti città della Cina, quali: Pechino, Shanghai, Tianjin e Guangzhou sotto la direzione del maestro Silvano Corsi. In Italia esegue numerosi recitals da solista: “Messa da Requiem” di N. Jommelli presso il Museo Diocesano di Napoli; “Belcanto – The Luciano Pavarotti Heritage” con la regia di Franco Dragone presso il “Teatro Eliseo” (Roma); “Vespro breve” di F. Durante, in prima esecuzione moderna, presso il “Real Museo di Capodimonte”(Napoli).
    In qualità di artista del coro partecipa con il “Teatro Verdi” (Salerno) al concerto “Ennio Morricone – The 60 years of Music Tour” e alla cantata scenica “Carmina Burana” di C. Orff diretta da D. Renzetti. Completa la sua formazione artistica/attoriale sotto la guida dei maestri Gennaro Piccirillo, Antonio Ligas, Maria Luisa Bigai, Giovanni Carta. Viene scelto per omaggiare la memoria del principe della risata Antonio De Curtis, in arte Totò, nello spettacolo in scena presso l’Accademia delle Belle Arti diNapoli sotto la regia di Maria Luisa Bigai. Nella stagione 2017/18 per la “Compagnia Italiana di Operette” prende parte agli allestimenti de “La Vedova Allegra” e de “Al Cavallino bianco” nei Teatri “Peppino De Filippo – Parioli” di  Roma, “Mercadante” di Altamura, “Apollo”  di Lecce, “Verdi” di Firenze, “Alfieri” diTorino, “Maria Caniglia” di Sulmona. E’ “Rinuccio” nell’opera “Gianni Schicchi” di G. Puccini che esegue al “Roma Opera Campus”. Viene scelto dall’Associazione “Europa inCanto” per interpretare il ruolo delMessaggero nell’ “Aida” di Giuseppe Verdi nei teatri   “San Carlo” di Napoli), “ Quirino – V. Gassman” , “Argentina” e  “Eliseo” di Roma,  “Spontini – Pergolesi” di Jesi,  “La Pergola”  di Firenze. Dall’Associazione “Magia dell’Opera” viene scelto per interpretare i ruoli di  Ernesto nell’opera “Don Pasquale” di Gaetano  Donizetti e Spoletta nell’opera “Tosca” di Giacomo  Puccini. Interpreta  Pong nell’allestimento di “Turandot” di Giacomo Puccini in scena al Palazzo Farnese  di Piacenza) sotto la direzione di S. Giaroli e la regia di A. Cabassi. Nuovamente impegnato negli allestimenti curati dalla “Compagnia italiana di Operette” debuttando nei ruoli diHans  ne Il Paese dei Campanelli e Totò in Scugnizza.


    Angelo Gazzaneo

    Pianista di origine calabrese, termina i suoi studi nel 2010 al Conservatorio San  Pietro a Majella di Napoli con il massimo dei voti e la lode. Lavora come pianista accompagnatore al Conservatorio di Napoli S. Pietro a Majella di Napoli dal 2013.

    Comincia l’ attività di pianista accompagnatore come borsista e in seguito tirocinante e infine come vincitore di bando per Pianisti professionisti esterni al Conservatorio di Napoli.

    Collabora per tutto il periodo con le varie classi di canto e nella classe di Esercitazioni corali sotto la direzione di Elsa Evangelista, Direttore  uscente del Conservatorio di musica di  Napoli  San Pietro a Majella.

    Lavora come Maestro Collaboratore, Korrepetitor, Pianista accompagnatore per le Opere Liriche e per molte Masterclass con Docenti di fama Internazionale, tra cui una delle ultime collaborazioni con Il Maestro di Canto Amand Hekkers docente di presso il Royal Conservatorire of Scotland, e Paul Lewis docente della Royal School Ballet di Londra.

    Ha una intensa attività concertistica da Pianista Accompagnatore e da Maestro Collaboratore sia negli eventi organizzati dal Conservatorio che in tutta la regione Campania. Tra le manifestazioni piu’ importanti troviamo il concerto per il G/7svoltosi agli Scavi di Pompei il 9 Settembre 2017  in un concerto privato presenziato dal  Presidente della Camera  Laura Boldrini e  concerti per il Luglio Musicale alla Reggia di Capodimonte nella stagione 2017

    Negli ultimi mesi stato protagonista di importanti manifestazioni Pianistiche come  la registrazione RAI per  EXPO 2015 di Milano (padiglione Campania)

    Ha partecipato a “La piazza Incantata” svoltasi a Napoli in Piazza Plebiscito con il coro più grande d’Europa, formato da oltre 13000 persone

    Ha vinto il 1° premio al Teatro di San Carlo di Napoli con il Coro ” Armonia”, per la manifestazione Cori Scolastici Italiani. Al Ravello Festival 2019  ha partecipato all’esecuzione dei   Péchés de vieillesse di Gioacchno  Rossini,  svoltosi nella prestigiosa cornice di Villa Rufolo a Ravello.

    Lavora attualmente anche come docente di Pianista Accompagnatore alla danza al Liceo Coreutico Palizzi- Boccioni di Napoli

25
26
27
28
29
  • Concerto n° 3 “Viaggi musicali” Gabriella Colecchia, Gianni Gambardella

    11:30 -13:00
    29/09/2019

    Domenica  29 settembre 2019 – Villa Pignatelli – ore 11.30

    VIAGGI MUSICALI

    GABRIELLA COLECCHIA, mezzosoprano

    GIANNI GAMBARDELLA, pianoforte

    con la partecipazione di Sergio Ragni

    “Le Rossini Français”

    Musiche di Gioacchino Rossini


    Gabriella Colecchia, diplomata al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, la sua città e si perfeziona all’ “Accademia Rossiniana” di Pesaro, selezionata da Alberto Zedda. Vince prestigiosi concorsi internazionali come il “Pavarotti International Voice Competition” di Philadelphia ed il “Toti dal Monte”di Treviso. Inoltre le viene assegnata una borsa di studio “Premio Amadeus” da Claudio Abbado e Luciano Pavarotti nell’ambito di Ferrara Musica. Si pone all’attenzione internazionale in opere come Il Viaggio a Reims al Rossini Opera Festival di Pesaro, Tancredi nei Teatri del Circuito Emiliano e all’Opera di Montecarlo, Oberto,conte di San Bonifacio al Macerata Opera Festival ed al Filarmonico di Verona, Falstaff al Teatro Carlo Felice di Genova, Norma al Teatro Bellini di Catania, al Bunka Kaikan di Tokyo, in tournèe in Olanda e a San Pietroburgo, Il Trovatore e Pikovaja Dama al San Carlo di Napoli, I Puritani al Concertgebow di Amsterdam, al Teatro Royal de La Monnaie di Bruxelles, al Teatro Real di Madrid, LaStraniera, La Cenerentola, Il Giocatore, Die Walkürie, L’Amour des trois oranges al Teatro Bellini di Catania, The turn of the screw di Britten e La Sonnambula al Lirico di Cagliari, Il Finto Turco di Piccinni all’Olimpico di Vicenza, Motezuma di de Majo alla Gulbenkian di Lisboa, Gianni Schicchi alla Semperoper di Dresda e al Wexford Opera Festival, Il Cappello di Paglia di Firenze di Rota alla Wiener Kammeroper, Hänsel und Gretel di Humperdinck al Massimo di Palermo e al Bellini di Catania, Otello al Teatro Regio di Parma, Festival Verdi, La Traviata allo Sferisterio di Macerata e al Teatro San Carlo di Napoli, Carmen al Teatro Verdi di Salerno, Les Contes d’Hoffmann al Verdi di Sassari, Il Matrimonio Segreto nei teatri di Treviso e Rovigo, La Bella dormente nel bosco di Respighi al Teatro Rendano di Cosenza, Anything goes con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Ha inciso per Opera Rara, Fonè, Dynamic, Ermitage e Bongiovanni.             


    Gianni Gambardella, napoletano, ha studiato direzione d’orchestra, composizione e pianoforte, diplomandosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio S. Pietro a Majella della sua città. Ha tenuto concerti per diversi enti musicali nazionali tra cui il Teatro S. Carlo e l’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli, il Teatro Lirico di Cagliari, l’Emilia Romagna Festival, la RAI, il Ravello Festival, l’Accademia Montis Regalis ed altri; si è esibito anche all’estero in Francia (Citè de la musique de Paris, Theatre Montansier de Versailles, Académie Internationale de Paris, Abbaye de la Prée, Chateau de la Verrerie), Spagna (Palau de la Musica di Valencia), Repubblica Ceca (Liberec Statni Divadlo), Canada (Quebec University Hall), Germania e in Inghilterra, a Londra, dove nel 2015 ha suonato la Rapsodia in blu di Gershwin accompagnato dalla London Euphonia Orchestra. E’ stato direttore del gruppo “Jazz at the Philarmonic” dei Cameristi del Teatro San Carlo di Napoli con il quale ha affrontato un repertorio di contaminazione di songs del repertorio americano rivisitate nel linguaggio classico e per cui ha scritto anche numerosi arrangiamenti. Ha collaborato come pianista lirico nell’ambito del progetto “Musica del Risorgimento” dei Cameristi della Scala di Milano per le celebrazioni dei 150 anni della Repubblica Italiana con cui ha inciso un CD distribuito nel marzo 2011 dalla rivista musicale Amadeus. Ha collaborato in qualità di pianista e di direttore d’orchestra con vari artisti di fama internazionale tra cui Luciana Serra, Marina Comparato, Marcello Lippi, Leontina Vaduva, Ambrogio Maestri, Maria Dragoni, Piernarciso Masi. Attivo anche come compositore, ha scritto tre quadri lirici; l’ultimo lavoro, Casa Galbiati, rappresentato in prima assoluta al Teatro Galleria Toledo di Napoli, è stato accolto con grande successo di pubblico e di critica. E’ docente di accompagnamento pianistico presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como.

30
Ottobre
Ottobre
Ottobre
Ottobre
Ottobre