La storia – gli anni '80 e '90

Submit to Facebook
Nei suoi novanta anni di attività, l'Associazione Alessandro Scarlatti non si è soltanto limitata a proporre l'ascolto di musiche, anche raccolte in cicli integrali, come i Quartetti di Beethoven (Quartetto Busch, Quartetto Amadeus, Quartetto Alban Berg, il ciclo "Archi nella Reggia -Incontri fra capolavori" del 2003) o il Clavicembalo ben temperato di Bach (Ruggero Gerlin, Daniel Chorzempa, Enrico Baiano) o costituenti autentici "monumenti" sonori (le Passioni secondo Matteo e secondo Giovanni, la Messa in si minore, lOratorio di Natale di Bach, la Messa in do minore, il Davide penitente, il Requiem di Mozart, La Rappresentatione di Anima et di Corpo di Emilio de' Cavalieri, il Messiah di Haendel ) che devono far parte del patrimonio di conoscenze musicali di ogni generazione di ascoltatori, ma ha tradizionalmente svolto anche una funzione didascalica, oggi più che mai da intensificare, attraverso conferenze, tavole rotonde, convegni su svariati aspetti musicali e socio - culturali. Valabrega, Giazotto, Barblan, Ziino, Isotta, Casini, Vidusso, Bortolotto, Lanza Tomasi, Stuckenschmidt e tanti altri musicologi insigni hanno dato il loro contributo alla "riflessione" sulla musica nell'ambito dell'Associazione. Nell’ambito delle iniziative culturali volte allo sviluppo della conoscenza della musica, vorremmo ricordare “i Quaderni dell’Associazione” che si propongono di illustrare, con l’intervento di musicisti e musicologi alcuni tra i più significativi progetti musicali realizzati dalla Scarlatti. Dopo quelli del M° Campanella che ha approfondito la Forma-sonata e del musicologo Alberto Cantù su Paganini, il terzo, pubblicato di recente, è stato curato dal prof.Renato Bossa sull’argomento “Divertimenti, Serenate e Cassazioni”.

 
 Dal 1998 , con la inaugurazione del ciclo "Musica e Luoghi d'Arte", si realizza una serie di eventi musicali inediti nella storia della cultura in Campania: l'Istituto Banco di Napoli infatti affianca la Associazione Scarlatti nella realizzazione di una serie di concerti straordinari finalizzati alla valorizzazione dei monumenti, creando una serie di incontri memorabili che hanno la caratteristica di esaltare, incrociandoli, valori architettonici e musicali. Ospiti di tale rassegna saranno artisti del calibro di Riccardo Muti, che, alla guida della Filarmonica della Scala, diventerà un ospite di riguardo nelle programmazioni della Associazione Scarlatti; di Gidon Kremer alla guida della Kremerata Baltica; del gruppo barocco Les Arts Florissants diretto da William Christie, solo per fare qualche nome. Questo progetto è divenuto il nucleo centrale della programmazione della Associazione Scarlatti, presieduta per un purtroppo breve periodo dal Prof. Urbano Cardarelli . Con la presidenza del Prof Lucio Sicca, la nascita del ciclo del ciclo "Musica e Luoghi d'Arte" segna anche l'inizio di un periodo intensamente progettuale, che vede un ritorno agli impegni di largo respiro: nell'arco di diverse stagioni vengono infatti realizzate una serie di esecuzioni integrali, come i Quartetti per archi di Schubert, le Sinfonie di Beethoven nella trascrizione per pianoforte di Franz Liszt, le sonate di Beethoven per violoncello e pianoforte, i Quartetti di Beethoven. Quest'ultimo progetto ci porta ad introdurre un’altra iniziativa della Associazione Scarlatti, ancora una volta particolarmente innovativa: la rassegna "Archi nella Reggia - Incontri fra capolavori", realizzata in collaborazione con il Polo Museale Napoletano ed il sostegno di BancaIntesa. Ospitato nella splendida cornice del Salone delle Feste del Museo di Capodimonte a partire dal novembre 2001, il ciclo si presenta come un appuntamento tra il pubblico napoletano e una serie di capolavori: artistici da una parte, proposti per l'occasione agli ascoltatori dei concerti attingendo al ricchissimo patrimonio delle collezioni del Museo, non inseriti nell'abituale percorso espositivo; musicali dall'altro lato, con predilezione per il massimo repertorio cameristico per soli archi.

 


associazione alessandro scarlatti
napoli, piazza dei martiri, 58
tel. 081 406011 - fax 081 405637
info@associazionescarlatti.it - www.associazionescarlatti.it - gruppo di  
  cinque per mille-  c.f. 00637170630

Powered by Studioextra - Grafica Luca Carnevale

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.