Palazzo Zevallos Stigliano

Posizione:Via Toledo, 185, 80132 Napoli NA

Via Toledo, 185, 80132 Napoli NA

Upcoming events

  • 21/05/2019 19:30 - 21/05/2019 22:00 Europe/Rome

    Martedì 21 maggio 2019 – Palazzo Zevallos Stigliano - ore 19.30

    Caravaggio, Il Martirio di Sant’Orsola, 1610

    relatore ANTONIO DE NUNZIO

    MARA GALASSI, arpa doppia

    Napoli, 1610

    Fabrizio Dentice (1539-1581)

    Fantasia

    Gagliarda Bella (Siena Lutebook Ms28B39)

    Antonio Valente (1540-1580)

    Il Ballo dell’Intorcia (Intavolatura de’ Cimbalo, Napoli, 1576)

    Louis Maymon (XVI-XVII Sec.)

    Fantasia (Codice Barberino, olim Berlin 40032, Biblioteca Jagellonska, Cracovia)

    Giovan Leonardo dell’Arpa ( 1530-1602)

    Galliarda (Ms 4.6.3, Conservatorio di San Pietro à Maiella, Napoli)

    Ascanio Mayone (1565-1627)

    Ricercare Primo

    Partite sopra Fidele (Diversi Capricci, Libro 1, Napoli, 1603)

    Toccata IV per il Cimbalo Cromatico (Secondo Libro di Diversi Capricci per sonare, Napoli, 1609)

    Giovanni Maria Trabaci (1575-1647)

    Partite artificiose sopra il Tenor di Zefiro

    Toccata Seconda et Ligature a 4, per l’Arpa

    Ancidetemi pur, per l’Arpa (Il secondo Libro de Ricercate & altri varij Capricci,


    Mara Galassi

    Nata a Milano, ha studiato arpa moderna sotto la guida di Luciana Chierici presso la Civica Scuola di Musica di Milano, diplomandosi presso il Conservatorio di Musica di Pesaro nel 1976. Ha seguito i corsi di perfezionamento a Londra con David Watkins ed a Zurigo con Emmy Huerlimann. Ha suonato con le orchestre della Rai di Milano e Napoli, del Maggio Musicale Fiorentino, dell’Opera di Genova ed ha ricoperto il ruolo di Altra Prima Arpa (vincitrice di concorso) presso il Teatro Massimo di Palermo dal 1980 al 1989, del Teatro alla Scala di Milano. Dal 1984 si è dedicata all’esecuzione sull’arpa doppia del repertorio barocco, perfezionandosi al Conservatorio di Rotterdam (vincitrice di borsa di studio) ed al Sarah Lawrence College di New York, sotto la guida di Patrick O’Brien (vincitrice di borsa di studio Fulbright). Ha seguito a Londra i corsi di musicologia di Michael Morrow ed é socio fondatore della Historical Harp Society. Svolge intensa attività concertistica come solista ed in collaborazione con i più prestigiosi gruppi di musica antica in Italia ed Europa. Ha inciso per Tactus, Symphonia, Ricordi, Arcana, Erato, Harmonia Mundi, Opus 111. Per Glossa “Il viaggio di Lucrezia” recital di opere del 600 italiano, (premiato con “Choc de la Musique” e “Cannes Award”), “Les Harpes du Ciel” duetti per due arpe della fine 700, “ A Microcosm Concerto” musiche di G.F. Haendel; per Harmonia Mundi il Concerto per arpa e flauto di W.A. Mozart. Per la Fondazione Marco Fodella il dvd “ Voluptas Dolendi. I Gesti del Caravaggio”. Dal 1989 è docente di arpa rinascimentale e barocca presso la Civica Scuola di Musica di Milano.

  • 04/06/2019 19:30 - 04/06/2019 22:00 Europe/Rome

    Martedì 4 giugno 2019 - Palazzo Zevallos Stigliano -  ore 19.30

    Vincenzo Migliaro, Taverna a Posillipo, 1886

    relatore Renato Ruotolo

    Alessandro Schiano  Moriello, pianoforte

    La pausa dal dolore

    Sigismund Thalberg  (1812 – 1871)

    Les soirées de Pausilippe (Hommage à Rossini),op. 75, 7, 3, 17, 19, 23, 5

    Johannes Brahms  (1833 – 1897)

    Intermezzo in la maggiore op. 118 n. 2

    Franz Liszt (1811 – 1886)

    Vallée d’Obermann da Années de pèlerinage

    Aleksandr Skrjabin (1872 - 1915)

    Preludio e Notturno op. 9, per sola mano sinistra

    Sergej Prokofiev  (1891 - 1953)

    Toccata in re minore  op. 11


    Alessandro Schiano Moriello

    Nato nel 2000, è allievo pianista presso il prestigioso “Conservatorio di Musica S. Pietro a Majella” di Napoli, sotto la guida del M° Francesco Nicolosi. Inizia lo studio del pianoforte all’età di 5 anni, con la Prof.ssa Rita Della Ragione. Fin da subito, emerge un grande talento che gli permette di partecipare a numerosi Concorsi Pianistici nazionali, aggiudicandosi Diplomi di primo premio.

    È risultato vincitore del Secondo Premio al 11th Sigismund Thalberg International Piano Competition e si è aggiudicato per la seconda volta il Premio Speciale “Vincenzo Vitale” come più giovane pianista semi-finalista, già conquistato nella decima edizione del Concorso.

    Ha suonato in diverse sedi e rassegne musicali.

    Nel 2019, si è esibito con l’Orchestra del Conservatorio San Pietro a Majella presso la Sala Scarlatti del Conservatorio; al Museo d’Arte Orientale E. Chiossone, Genova, nella Stagione Primaverile organizzata dall’associazione Musikverein Voci di due Paesi; presso la Chiesa Luterana di Napoli per i Concerti di Primavera XXI Edizione e nella Sala Chopin, Napoli, in occasione della rassegna musicale “Pomeriggi in Concerto alla Sala Chopin”.

    Per due anni consecutivi (2018-2019) è stato invitato ad esibirsi come pianista solista e in formazione cameristica per la rassegna musicale “È aperto a tutti quanti”, presso Palazzo Zevallos Stigliano (Napoli) e per il Festival Piano City Napoli.

    Nel 2018, ha suonato per la rassegna “Note di Noto”, nella città di Noto e per il Convegno internazionale “Napoli & Rossini”, in occasione del 150enario dalla morte del compositore.

    Nel 2017, in occasione del Convegno Internazionale “Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l’Europa” organizzato dalla Fondazione Pietà de’ Turchini, si è esibito nel concerto “Il balletto dal teatro al salotto: trascrizioni e parafrasi per pianoforte”, presso la Chiesa di Santa Caterina da Siena.

    In formazione cameristica, ha suonato presso il Museo e Real bosco di Capodimonte in occasione dell’evento “Musica per Picasso”.

    Degni di nota i concerti per la V e la VI edizione della rassegna pianistica “Salotti di Thalberg”, presso, rispettivamente, Palazzo Strongoli Pignatelli e Palazzo Donn’Anna, Napoli.

    e della rassegna pianistica “Salotti di Thalberg”, presso, rispettivamente, Palazzo Strongoli Pignatelli e Palazzo Donn’Anna, Napoli.

  • 18/06/2019 19:30 - 18/06/2019 22:00 Europe/Rome

    Martedì 18 giugno 2019 – Palazzo Zevallos Stigliano - ore 19.30

    Gaspar Van Wittel, Veduta di Napoli con il borgo di Chiaia da Pizzofalcone, inizio del XVIII secolo
    relatore Leonardo Di Mauro

    Tommaso Rossi, flauto dolce
    Ugo Di Giovanni, arciliuto
    Manuela Albano, violoncello

    Musica a casa Fleetwood
    Anonimo del XVII secolo
    Tarantella

    Alessandro Scarlatti (1660-1725)
    Sonata in sol maggiore per flauto e basso

    Leonardo Leo (1694 -1744)
    Sonata VII per flauto e basso continuo

    Nicola Fiorenza (? – 1764)
    Sonata a Flauto solo del Sig. Fiorenza

    Leonardo Leo
    Sonata in sol minore

    Francesco Mancini (1672 - 1737)
    Sonata IV in la minore per flauto dolce e basso continuo


    Tommaso Rossi
    Si è diplomato in flauto traverso presso il Conservatorio di Napoli, perfezionandosi in seguito con Mario Ancillotti presso la Scuola di musica di Fiesole, dove ha conseguito il diploma finale con il massimo dei voti. Ha conseguito il diploma di flauto dolce con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore sotto la guida di Paolo Capirci presso il Conservatorio di Latina perfezionandosi successivamente con Pedro Memelsdorff. Partecipa stabilmente all’attività concertistica e discografica de I Turchini di Antonio Florio con cui ha inciso per OPUS 111, Naïve, Eloquentia, Dynamic, Glossa e ha suonato in qualità di solista in numerosi Festival Internazionali. Nel 2010 ha fondato l’Ensemble Barocco di Napoli con cui ha registrato un cd di sonate e cantate di Alessandro Scarlatti per voce di soprano e flauto per l’etichetta Stradivarius e ha realizzato concerti per l’Associazione “Scarlatti” di Napoli, il Festival Cusiano di Musica Antica, l’Opera Giocosa di Savona, il Festival barocco Leonardo Leo. Ha registrato con l’Ensemble Dolce e Tempesta i concerti di Nicola Fiorenza per flauto dolce e recentemente ha pubblicato per l’etichetta Stradivarius le 12 Fantasie a flauto solo di Georg Philipp Telemann. Si dedica come interprete e organizzatore da anni anche al repertorio contemporaneo. È uno dei soci fondatori e presidente dell’Associazione Dissonanzen di Napoli. Con L’Ensemble Dissonanzen ha suonato presso importanti istituzioni musicali italiane ed internazionali. È docente di flauto dolce presso il Conservatorio di Musica di Benevento. Laureato con lode in storia della musica presso l'Università "Federico II" di Napoli, suoi contributi sono apparsi sulle riviste SuonoSud, Meridione e l’Acropoli.
    Dal giugno 2016 è direttore artistico dell’Associazione Alessandro Scarlatti.


    Ugo Di Giovanni
    Dopo aver completato la sua formazione musicale presso i conservatori di Parma e di Napoli laureandosi con lode, dal 1994 si dedica quasi esclusivamente all’interpretazione della musica rinascimentale e barocca, come liutista solista e continuista. Le sue qualità artistiche sono state apprezzate da Rinaldo Alessandrini, Antonio Pappano, Antonio Florio, Gabriel Garrido, Alan Curtis, Jean-Claude Malgoire, Gerhard Schmidt-Gaden e John Nelson, che lo hanno invitato a collaborare con loro per importanti produzioni discografiche e concertistiche e che lo hanno portato ad esibirsi nei teatri e nelle sale da concerto più prestigiose di tutto il mondo.
    Attualmente collabora stabilmente con i gruppi di musica barocca "Concerto Italiano", "I Turchini ", "Ensemble Barocco di Napoli" e il complesso tedesco “l’Accademia Giocosa”.
    Ha partecipato di recente a un tour in Australia e Nuova Zelanda, e prossimamente suonerà nell' “Incoronazione di Poppea” di Monteverdi, alla Scala di Milano, dove si è già esibito negli ultimi anni per gli allestimenti scaligeri della Trilogia monteverdiana.
    Affianca all'attività concertistica quella didattica, insegnando presso il Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno.
    Ha partecipato a più di 40 incisioni discografiche, per le etichette Opus 111, Naive, K 417, Symphonia, Glossa ed Emi-Virgin Classics.


    Manuela Albano
    Nata a Napoli, si è diplomata in violoncello presso il Conservatorio S. Pietro a Majella sotto la guida del M° E. Salvatore e da diplomanda del M° Willy La Volpe. 
Ha seguito da tirocinante le lezioni del M° Luca Signorini.

Si è perfezionata con il M° Luigi Piovano negli anni dal 1997 al 2001 seguendone le lezioni anche presso l’Accademia Pescarese (1998). Ha partecipato da allieva effettiva ai corsi di F.M. Ormezovsky (Terminillo 2000), A. Meunier (Associazione Scarlatti di Napoli nel 2000 e nel 2003 e a Roma presso l'Accademia Filarmonica) e R. Aldulescu (con borsa di studio a Torrella de Montgrì nel 2002).
Avendo manifestato sin da giovanissima una propensione per la musica da camera, si è perfezionata a Fiesole (1995-1997) e di lì alla Chigiana (agosto 1995) invitata con borsa di studio dal M° P. Farulli; Si è dedicata anche al violoncello barocco, studiando ad Urbino nel 1999 e a Napoli presso il Centro di Musica Antica nel 2000 con il M° G. Nasillo (spicca tra le altre la sua partecipazione alla I^ esecuzione moderna della “Contesa dei Numi”di L. Vinci con l’Ensemble Barocco “Concerto Italiano” del M° R. Alessandrini). Ha collaborato con l’Ensemble Barocco “Concerto de’ Cavalieri”. Dal 2007 è membro fondatore del gruppo cameristico “Il Circolo Artistico” con cui già annovera numerosi concerti in Italia e all’estero; incide per Stradivarius, Mode Records e in quintetto con Aldo Ciccolini per Naxos.

Partecipa attivamente ad iniziative a scopo sociale; è infatti Direttore Artistico della ScalzaBanda di Montesanto ed è docente di violoncello presso il progetto “Musica e Società”, nucleo napoletano di “El Sistema” nato in Venezuela dalla volontà del M° Abreu. È tutor della fila dei violoncelli dell'Orchestra Scarlatti Junior

E’ laureanda in Lettere Moderne presso l’Università di Napoli Federico II.