Palazzo Zevallos Stigliano

Posizione:Via Toledo, 185, 80132 Napoli NA

Via Toledo, 185, 80132 Napoli NA

Upcoming events

  • 24/09/2019 19:30 - 24/09/2019 23:00

    Martedì 24 settembre  2019 – Palazzo Zevallos Stigliano - ore 19.30

    Domenico Morelli, Dama col ventaglio, 1873

    relatrice Luisa Martorelli

    Vincenzo Tremante, tenore

    Angelo Gazzaneo, pianoforte

    All’ombra del VesuvioLa canzone napoletana di fine Ottocento

    Giuseppe Campolongo

    Nuttata e sentimento

    Ernesto De Curtis

    Voce ‘e notte

    Francesco Paolo Tosti 

    ’A vucchella

    Rodolfo Falvo

    Dicitencello vuje

    Salvatore D’Esposito

    Anema e core

    Mario Pasquale Costa

    Era de Maggio

    Gaetano Lama

    Tutta pe ‘mme

    Eduardo Di Capua Emanuele Alfredo Mazzucchi

    I te vurria vasà

    Ernesto Tagliaferri /Nicola Valente

    Passione

    Anonimo XVI secolo

    Fenesta vascia

    Salvatore Cardillo

    Core ‘ngrato


    Vincenzo Tremante

    Nato  a Napoli  nel 1991, all’età di 15 anni intraprende lo studio canoro con Luigi Giordano Orsini. Prende parte a numerose masterclass con artisti del calibro di Bruno Praticò e Maria Grazia Schiavo. Consegue il diploma accademico in canto lirico presso il conservatorio di Napoli “ S. Pietro a Majella” prendendo parte a numerose produzioni sia in veste canora che attoriale, tra le quali: “I dialoghi delle Carmelitane” di F. Poulenc nel ruolo del 1° commissario; “Mas’Aniello” di J. Napoli nel ruolo del protagonista; “Aida di Scafati” di Campanelli - Fischetti nel ruolo di “Salvatore Radames” tenutasi al “Teatrino di Corte” (Napoli) e al “Mercadante” di Altamura; è “Don Narciso” nell’intermezzo di N.Jommelli “L’uccellatrice” tenutosi presso “Palazzo Zevallos” (Napoli) e presso il suddetto conservatorio. Prende parte a numerose tournée concertistiche nelle più importanti città della Cina, quali: Pechino, Shanghai, Tianjin e Guangzhou sotto la direzione del maestro Silvano Corsi. In Italia esegue numerosi recitals da solista: “Messa da Requiem” di N. Jommelli presso il Museo Diocesano di Napoli; “Belcanto – The Luciano Pavarotti Heritage” con la regia di Franco Dragone presso il “Teatro Eliseo” (Roma); “Vespro breve” di F. Durante, in prima esecuzione moderna, presso il “Real Museo di Capodimonte”(Napoli).
    In qualità di artista del coro partecipa con il “Teatro Verdi” (Salerno) al concerto “Ennio Morricone – The 60 years of Music Tour” e alla cantata scenica “Carmina Burana” di C. Orff diretta da D. Renzetti. Completa la sua formazione artistica/attoriale sotto la guida dei maestri Gennaro Piccirillo, Antonio Ligas, Maria Luisa Bigai, Giovanni Carta. Viene scelto per omaggiare la memoria del principe della risata Antonio De Curtis, in arte Totò, nello spettacolo in scena presso l’Accademia delle Belle Arti diNapoli sotto la regia di Maria Luisa Bigai. Nella stagione 2017/18 per la “Compagnia Italiana di Operette” prende parte agli allestimenti de “La Vedova Allegra” e de “Al Cavallino bianco” nei Teatri “Peppino De Filippo – Parioli” di  Roma, “Mercadante” di Altamura, “Apollo”  di Lecce, “Verdi” di Firenze, “Alfieri” diTorino, “Maria Caniglia” di Sulmona. E’ “Rinuccio” nell’opera “Gianni Schicchi” di G. Puccini che esegue al “Roma Opera Campus”. Viene scelto dall’Associazione “Europa inCanto” per interpretare il ruolo delMessaggero nell’ “Aida” di Giuseppe Verdi nei teatri   “San Carlo” di Napoli), “ Quirino – V. Gassman” , “Argentina” e  “Eliseo” di Roma,  “Spontini – Pergolesi” di Jesi,  “La Pergola”  di Firenze. Dall’Associazione “Magia dell’Opera” viene scelto per interpretare i ruoli di  Ernesto nell’opera “Don Pasquale” di Gaetano  Donizetti e Spoletta nell’opera “Tosca” di Giacomo  Puccini. Interpreta  Pong nell’allestimento di “Turandot” di Giacomo Puccini in scena al Palazzo Farnese  di Piacenza) sotto la direzione di S. Giaroli e la regia di A. Cabassi. Nuovamente impegnato negli allestimenti curati dalla “Compagnia italiana di Operette” debuttando nei ruoli diHans  ne Il Paese dei Campanelli e Totò in Scugnizza.


    Angelo Gazzaneo

    Pianista di origine calabrese, termina i suoi studi nel 2010 al Conservatorio San  Pietro a Majella di Napoli con il massimo dei voti e la lode. Lavora come pianista accompagnatore al Conservatorio di Napoli S. Pietro a Majella di Napoli dal 2013.

    Comincia l' attività di pianista accompagnatore come borsista e in seguito tirocinante e infine come vincitore di bando per Pianisti professionisti esterni al Conservatorio di Napoli.

    Collabora per tutto il periodo con le varie classi di canto e nella classe di Esercitazioni corali sotto la direzione di Elsa Evangelista, Direttore  uscente del Conservatorio di musica di  Napoli  San Pietro a Majella.

    Lavora come Maestro Collaboratore, Korrepetitor, Pianista accompagnatore per le Opere Liriche e per molte Masterclass con Docenti di fama Internazionale, tra cui una delle ultime collaborazioni con Il Maestro di Canto Amand Hekkers docente di presso il Royal Conservatorire of Scotland, e Paul Lewis docente della Royal School Ballet di Londra.

    Ha una intensa attività concertistica da Pianista Accompagnatore e da Maestro Collaboratore sia negli eventi organizzati dal Conservatorio che in tutta la regione Campania. Tra le manifestazioni piu' importanti troviamo il concerto per il G/7svoltosi agli Scavi di Pompei il 9 Settembre 2017  in un concerto privato presenziato dal  Presidente della Camera  Laura Boldrini e  concerti per il Luglio Musicale alla Reggia di Capodimonte nella stagione 2017

    Negli ultimi mesi stato protagonista di importanti manifestazioni Pianistiche come  la registrazione RAI per  EXPO 2015 di Milano (padiglione Campania)

    Ha partecipato a “La piazza Incantata" svoltasi a Napoli in Piazza Plebiscito con il coro più grande d'Europa, formato da oltre 13000 persone

    Ha vinto il 1° premio al Teatro di San Carlo di Napoli con il Coro " Armonia", per la manifestazione Cori Scolastici Italiani. Al Ravello Festival 2019  ha partecipato all’esecuzione dei   Péchés de vieillesse di Gioacchno  Rossini,  svoltosi nella prestigiosa cornice di Villa Rufolo a Ravello.

    Lavora attualmente anche come docente di Pianista Accompagnatore alla danza al Liceo Coreutico Palizzi- Boccioni di Napoli

  • 08/10/2019 19:30 - 08/10/2019 23:00

    Martedì  8 ottobre 2019 - Palazzo Zevallos Stigliano -  ore 19.30

    Giuseppe Recco, Natura morta con pane, biscotti e fiori, 1675-1680 ca

    relatore Fabrizio Mangoni di Santo Stefano

    Nicola Montella, chitarra

    Viaggio in Spagna

    Domenico Scarlatti

    Sonata K.32

    Sonata K.162

    Francisco Tarrega

    Oremus in re minore

    Preludio n.3

    Las dos hermanitas

    Fantasia sui temi della Traviata di Giuseppe Verdi.

    Isaac Albéniz

    Granada

    Capriccio Catalano

    Miguel Llobet

    Canco de lladre

    Variaciones sobre un tema de Fernando Sor  op. 15


    Nicola Montella

    Nato nel 1987, Nicola Montella ha iniziato lo studio della chitarra classica all’età di otto anni, sotto la guida del M° G. M. Fontanella, diplomandosi nel 2005 con il massimo dei voti. Nel 2009 ha conseguito la Laurea specialistica abilitante all’insegnamento di strumento musicale (Chitarra). Presso il Conservatorio di Avellino, nel 2011, sotto la direzione del M° Lucio Matarazzo, ha conseguito, con il massimo dei voti, la Laurea specialistica in Discipline musicali a indirizzo interpretativo e compositivo in Chitarra, Area concertistica sulla Musica del Novecento. 

    A completamento dei suoi studi, dal 2004-2007, ha seguito, presso l'Accademia Romana di Musica, i corsi annuali di Alto Perfezionamento chitarristico di Maurizio Colonna. 

    Dal 2008, presso la Fondazione Musicale “Città di Gorizia” (dal 2009 anche presso il Conservatorio di Avellino), fino al giugno 2011, ha frequentato i corsi biennali di Alto Perfezionamento Chitarristico del M° Aniello Desiderio.

    Negli anni 2011-2013 ha frequentato il corso di Alto perfezionamento chitarristico biennale presso l’Accademia Internazionale Musicale di Koblenz (Germania) e, successivamente, i corsi di perfezionamento del repertorio chitarristico del M° Paolo Pegoraro e del M° Adriano del Sal, presso l’«Accademia musicale Francisco Tarrega» di Pordenone.

    Ha partecipato, inoltre, come allievo effettivo, alle Master classess internazionali dei Maestri: Carlo Carfagna, Margarita Escarpa, Shin-ichi Fukuda, Hubert Happel, Goran Krivokapic, Carlo Marchione, Thomas Offerman, Arturo tallini, Giulio Tampalini, Frédéric Zigante.

    Ha inciso per la Casa Editrice d’OZ, di Saint Romuald (Québec) Canada, lo studio n. 6, nel volume America friends 24 guitar studies, a cura di G. Tortora.

    Nel marzo 2011, gli è stato assegnato il premio Avellino in musica, come migliore allievo della Masterclass dell'interpretazione delle opere e della tecnica chitarristica del M° Aniello Desiderio.

    La proficua attività concertistica l’ha visto protagonista in rinomate manifestazioni musicali sia in Italia sia all’estero, tra le più recenti, si ricordano: il concerto di apertura al Festival internazionale della chitarra classica di Aranda de Duero (Spain, 2013); il concerto al Fiuggi Guitar Festival  (luglio 2012 e 2013) e il concerto di apertura al Festival chitarristico “Città di Celano” (marzo 2014).

    Nel corso degli anni, è stato premiato in numerosi e importanti concorsi chitarristici nazionali e internazionali. Si dà notizia solo dei premi recenti, partendo dalle affermazioni all’estero in uno dei concorsi chitarristici più prestigiosi in Spagna (Linares – Andrea Segovia, 2013) 2 premio, in Belgio (Brussels International Guitar Competition) 3 premio, nella Repubblica Ceca (Guitar festival Brno Agosto 2014) 3 premio; ancora in Spagna, con il conseguimento anche del premio del pubblico, nel concorso internazionale Ciudad de Coria (Agosto 2014) 3 premio e l’importante primo premio riportato nel concurso Internacional de Guitarra Villa de Aranda (luglio 2014). Altresì si ricordano i primi premi conseguiti in: Concorso chitarristico “Giulio Rospigliosi” Città di Lamporecchio (Marzo 2012); Concorso chitarristico internazionale xmas guitar contest città di Lecce “Salento guitar festival” (dicembre 2012). I secondi premi in: Concorso chitarristico internazionale “Città di Fiuggi” (Luglio 2013); Concorso Internazionale “Piano Guitar Festival” (Ottobre 2013); Concorso nazionale di chitarra “Città di Celano” (Aprile 2013); Incontri chitarristici del Mediterraneo (Gennaio 2012). I terzi premi in: Concorso Internazionale di Esecuzione musicale per chitarra – Mottola (Luglio 2012); Concorso chitarristico internazionale “Citta di Fiuggi” (Luglio 2012); Concorso musicale “Città di Lissone” (Aprile 2012).

    Alterna il suo impegno concertistico all’attività didattica, anche con Master classes tenute all’interno di rinomate manifestazioni chitarristiche in Italia e all’estero. 

  • 22/10/2019 19:30 - 22/10/2019 23:00

    Martedì 22 ottobre 2019 – Palazzo Zevallos Stigliano - ore 19.30 

    Gaspare Traversi, Il concerto, 1755-1760 ca

     relatore Pier Luigi Ciapparelli

    Tommaso Rossi, flauto traversiere

    Angelo Trancone, clavicembalo

    Suona Traversi! Un artista, un quadro, uno strumento musicale

    Pierre Danican Philidor

    Cinquiéme Suite

    Georg Friedrich Händel

    Sonata in si minore HWV 367b op. 1 n.9

    Francesco Ricupero

    Sonata II in sol maggiore

    Georg Philipp Telemann

    Sonata Metodica in re maggiore


    Tommaso Rossi

    Si è diplomato in flauto traverso presso il Conservatorio di Napoli, perfezionandosi in seguito con Mario Ancillotti presso la Scuola di musica di Fiesole, dove ha conseguito il diploma finale con il massimo dei voti. Ha conseguito il diploma di flauto dolce con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore sotto la guida di Paolo Capirci presso il Conservatorio di Latina perfezionandosi successivamente con Pedro Memelsdorff. Partecipa stabilmente all’attività concertistica e discografica de I Turchini di Antonio Florio con cui ha inciso per OPUS 111, Naïve, Eloquentia, Dynamic, Glossa e ha suonato in qualità di solista in numerosi Festival Internazionali. Nel 2010 ha fondato l’Ensemble Barocco di Napoli con cui ha registrato un cd di sonate e cantate di Alessandro Scarlatti per voce di soprano e flauto per l’etichetta Stradivarius e ha realizzato concerti per l’Associazione “Scarlatti” di Napoli, il Festival Cusiano di Musica Antica, l’Opera Giocosa di Savona, il Festival barocco Leonardo Leo. Ha registrato con l’Ensemble Dolce e Tempesta i concerti di Nicola Fiorenza per flauto dolce e recentemente ha pubblicato per l’etichetta Stradivarius le 12 Fantasie a flauto solo di Georg Philipp Telemann. Si dedica come interprete e organizzatore da anni anche al repertorio contemporaneo. È uno dei soci fondatori e presidente dell’Associazione Dissonanzen di Napoli. Con L’Ensemble Dissonanzen ha suonato presso importanti istituzioni musicali italiane ed internazionali. È docente di flauto dolce presso il Conservatorio di Musica di Benevento. Laureato con lode in storia della musica presso l'Università "Federico II" di Napoli, suoi contributi sono apparsi sulle riviste SuonoSud, Meridione e l’Acropoli. Dal giugno 2016 è direttore artistico dell’Associazione Alessandro Scarlatti.


    Angelo Trancone

    Nasce a Napoli nel 1993 mostrando sin da bambino una particolare predisposizione musicale sotto la guida di Maurizio Rea. All'età di 20 anni consegue la Laurea di Primo Livello in "Organo e Composizione Organistica" con il massimo dei voti, lode e menzione speciale, nella classe di Roberto Canali presso il Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli. Prosegue gli studi presso la “Royal Danish Academy of Music” di Copenaghen, in collaborazione con la “Academy of Music and Drama” di Göteborg, conseguendo il titolo di “Organ Master” sotto la guida di Hans Davidsson.  Ha preso parte a numerosi corsi di perfezionamento per l'interpretazione delle diverse scuole organistiche europee : Rinascimento italiano con Matteo Imbruno e Francesco Di Lernia, Barocco tedesco con Katrine Bine Bryndorf e Harald Vogel; Romanticismo francese con Jean Guillou, Michel Bouvard e Joris Verdin; Romanticismo tedesco con Ludger Lohmann, Romanticismo italiano con Enrico Viccardi; Novecento francese con Hans-Ola Ericcson; Repertorio contemporaneo con Martin Herchenröder, Improvvisazione con Theo Flury e Hampus Lindwall, Basso Continuo con Patrizia Varone e Franco Pavan, Clavicordo con Ulrika Davidsson e Joel Speerstra, Clavicembalo con Yuzuru Hiranaka. Finalista e vincitore nell’ambito di diversi concorsi, tra i premi ricevuti: “2° Classificato” ( 1° non assegnato ) alla X Edizione del “Concorso Organistico Internazionale di Fano Adriano”, “1° Classificato” alla IV edizione del Concorso Organistico Nazionale “Camillo Guglielmo Bianchi” di Varzi. Con il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Napoli e la Cappella Neapolitana di Antonio Florio, incide per la rivista “Amadeus” il progetto “Continuum”, laboratorio interamente dedicato alla pratica del basso continuo nel rigore stilistico del seicento e settecento napoletano.  Nell'ambito del Copenaghen International Organ Festival (CIOF) 2016, esegue ed incide in world première “Koopera” per organo e fisarmonica, scritto da Harvid Hansell.  Negli ultimi anni svolge un’intensa attività concertistica da solista o continuista in importanti festivals ed importanti rassegne italiane ed estere. È Organista Titolare presso la Basilica Santuario dell'Incoronata Madre del Buon Consiglio, in Capodimonte, Napoli.