Associazione Alessandro Scarlatti
EnglishItalian
FacebookInstagramYoutube
Email
Apri menu

PROGETTO MOZART – GIOVANNA BASILE, RAFFAELLE DE VITA E MANUELA LORENZO

21/09/2022 19:30 - 21:00 Europe/Rome
Chiesa Anglicana
Address: Via San Pasquale a Chiaia

Esecuzione integrale delle Sonate e Fantasie per pianoforte e pianoforte a quattro mani di Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791).

Mercoledì 21 settembre 2022- Chiesa Anglicana – ore 19.30
GIOVANNA BASILE, pianoforte
RAFFAELLA DE VITA E MANUELA LORENZO, pianoforte a 4 mani
Wolfgang Amadeus Mozart – Sonata n. 8 in la minore, K310: Sonata n. 9 in re maggiore, K311; Sonata in re maggiore per pianoforte a 4 mani, K381; Sonata in fa maggiore per pianoforte a 4 mani, K497


Giovanna Basile è nata nel 1998 a Bracigliano, in provincia di Salerno, da una famiglia di musicisti. Ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 12 anni evidenziando precoci qualità musicali che le hanno permesso di conseguire, dal 2012 al 2017, venti primi premi in concorsi nazionali e internazionali. Dal 2018 è risultata vincitrice del primo premio ai concorsi “Città di Airola”, “Città di Baronissi”, “Città di Mercato San Severino” ed ai concorsi internazionali di esecuzione pianistica “LAMS” di Matera e “Leopoldo Mugnone Città di Caserta” ottenendo sempre l’assegnazione di Premi speciali. Giovanna Basile si è distinta in varie manifestazioni di rilievo regionale tra le quali “Piano City” Napoli, “Pianostop” Salerno e Cava de’ Tirreni, “Aperto a tutti quanti” Palazzo Zevallos Napoli, “Festival di Musica da Camera di Sant’Apollonia” riscuotendo particolare successo con l’orchestra del Conservatorio “G. Martucci” di Salerno nell’esibizione del Carnevale degli animali di C. Saint-Saëns diretta da Massimiliano Carlini. Nel mese di aprile 2019 ha preso parte all’esecuzione integrale delle Sonate di Scarlatti al Conservatorio di musica S. Pietro a Majella di Napoli e la sua esecuzione è stata segnalata tra le migliori per chiarezza esecutiva. Ultimamente ha tenuto un recital pianistico per il “Trapani Piano Festival” e si è esibita al “Festival di musica da camera di Sant’Apollonia “ nell’esecuzione dei Trii di J. Brahms. Nell’ambito della sezione “La meglio gioventù” del Ravello Festival 2019 si è esibita in un concerto dedicato a Bach e Scarlatti. Successivamente ha eseguito il Concerto n° 1 di Rachmaninoff presso l’Auditorium Niemeyer di Ravello accompagnata dall’orchestra del Conservatorio “G. Martucci” diretta dal M° Nicola Samale, ricevendo il premio “Giovane Talento” assegnato da UBI Banca. Nel Settembre 2019, dopo aver superato la selezione fra i conservatori della Campania, è risultata finalista al Concorso “Giovani talenti femminili” indetto da Soroptimist International. Attualmente frequenta il biennio di Pianoforte presso il Conservatorio “G. Martucci “ di Salerno seguita dal M° Tiziana Silvestri.

Raffaella De Vita, inizia lo studio del pianoforte con il M° Francesco Micieli.
Successivamente si iscrive al Conservatorio Martucci di Salerno conseguendo il Diploma Accademico di I livello sotto la guida del M° Demetrio Massimo Trotta.
Attualmente nella stessa classe frequenta il secondo anno del biennio di pianoforte ad indirizzo solistico.Fortemente appassionata alla musica operistica collabora spesso con cantanti in diversi festivals.Nel 2017 costituisce il duo quattromani con la pianista Manuela Lorenzo con un concerto su “L’arte della trascrizione”.

Manuela Lorenzo inizia gli studi del pianoforte privatamente e prosegue il suo percorso di formazione accademica sotto la guida del M° Demetrio Massimo Trotta.Consegue il Diploma vecchio ordinamento di Pianoforte presso il Conservatorio di musica “G.Martucci” di Salerno. Attualmente frequenta il secondo anno del biennio specialistico di “Musica d’insieme – indirizzo pianoforte” presso il medesimo Conservatorio nella classe del M° Fulvio Artiano.
Collabora regolarmente con formazioni cameristiche e a quattro mani con la pianista Raffaella De Vita con la quale ha esordito in duo nel 2017 presso il Teatro Ferrari di Sapri in un concerto sul tema “L’Arte della trascrizione”.