Associazione Alessandro Scarlatti
EnglishItalian
FacebookInstagramYoutube
Email
Apri menu
LA STAGIONE DEL BAROCCO

Tutto cominciò il 2 maggio 2010, con la celebrazione del 350° anniversario della nascita di Alessandro Scarlatti, con un concerto nella Chiesa di Santa Maria di Montesanto, dove il compositore napoletano nostro eponimo è sepolto. Quella occasione evidenziò il fatto che che Alessandro Scarlatti è uno dei compositori barocchi più celebrati (specialmente nella città di Napoli, dove portano il suo nome svariate iniziative musicali) ma meno eseguiti e conosciuti, vittima probabilmente della maggiore fama del brillante figlio Domenico. Da allora ogni anno il 2 maggio ricordiamo il compleanno del “nostro” compositore con un concerto in una sede monumentale (San Marcellino e Festo, Castel Sant’Elmo, Cappella della SS. Pietà dei Pellegrini, Museo Diocesano di Donnaregina Nuova) con un appuntamento annuale chiamato “Candeline per Alessandro Scarlatti”, dedicato a far conoscere il vasto repertorio delle sue composizioni per tastiera, per voce, per strumenti a fiato, per archi per arrivare negli ultimi anni all’esecuzione degli Oratori Sacri. Dal 2016 questa ricorrenza celebrativa si è arricchita di una cornice di concerti, trasformandosi in una rassegna dedicata al repertorio connesso con l’epoca di Scarlatti, sempre realizzata in luoghi d’arte. Artisti come Francesca Aspromonte, Ton Koopman, Rinaldo Alessandrini con Laura Pontecorvo, Ottavio Dantone con Accademia Bizantina, Andrea Biccarella con l’Ensemble Abchordis, Federico Gugliemo con Concerto de’ Cavalieri hanno reso questa rassegna un piccolo gioiello nelle nostre programmazioni. E non vogliamo dimenticare la realizzazione della farsa in musica di Domenico Cimarosa “L’impresario in angustie”, realizzata con scene e costumi dal gruppo italo- svizzero Musica Fiorita. Nel 2019, protagonisti giovani ma qualificatissimi interpreti under 35, la rassegna è stata realizzata in decentramento nella città di Sorrento, contribuendo anche alla valorizzazione del patrimonio monumentale della città sorrentina in chiave di promozione turistica.