Calendario

Calendario

Dom
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
  • Concerto n° 1 – IL GIARDINO ARMONICO

    20:30 -23:00
    2017-10-22Europe/Rome

    Via Chiaia, 157, 80121 Napoli

    Via Chiaia, 157, 80121 Napoli

    Domenica 22 ottobre 2017 – Teatro Sannazaro – ore 20.30

    IL GIARDINO ARMONICO

    ISABELLE  FAUST, violino

    GIOVANNI ANTONINI, direttore

    NOTE DI SALA

    Franz Joseph Haydn- Sinfonia  n. 47 Hob. I:47 in sol maggiore  “Palindrome;

    Wolfgang Amadeus Mozart – Concerto per violino e orchestra n. 1 in  si bemolle maggiore K. 207;

    Franz Joseph Haydn – Sinfonia  n. 49 in fa min Hob. I:49 “La Passione”;

    Wolfgang Amadeus Mozart –  Concerto per violino e orchestra Concerto n. 5  in la maggiore K. 219


    IL GIARDINO ARMONICO 

                                         

    Il Giardino Armonico, fondato a Milano nel 1985 e diretto da Giovanni Antonini, è oggi uno dei più noti e apprezzati gruppi specializzati nell’esecuzione con strumenti originali. L’organico varia da tre a trenta musicisti secondo le esigenze di partitura, e il repertorio è incentrato soprattutto sulla musica strumentale e vocale del Sei e Settecento.

    Il Giardino Armonico è regolarmente ospite delle più importanti sale da concerto e festival internazionali, prendendo parte anche a numerose produzioni operistiche tra cui L’Orfeo di Monteverdi, La serva padrona di Pergolesi, Ottone in Villa di Vivaldi e di Händel Agrippina, Il Trionfo del Tempo e del Disinganno, La Resurrezione e infine Giulio Cesare in Egitto con Cecilia Bartoli al Festival di Salisburgo nel 2012.

    Il Giardino Armonico affianca alla concertistica una non meno intesa attività discografica.

    Per molti anni ha inciso in esclusiva per Teldec Classics, conseguendo grande successo e ricevendo numerosi riconoscimenti internazionali per le registrazioni di musiche di Vivaldi, Bach e altri compositori del Settecento.

    Per la casa discografica francese Naïve sono stati pubblicati La Casa del Diavolo, i Concerti per violoncello di Vivaldi con Christophe Coin, e in seguito l’opera Ottone in Villa di Vivaldi, disco premiato con il Diapason d’Or nel 2011.

    Sono inoltre da ricordare i Concerti per violino di Vivaldi con Viktoria Mullova per l’etichetta inglese Onyx.

    Dopo il successo di The Vivaldi Album realizzato nel 2000 con Cecilia Bartoli per Decca Classics (premiato con il Grammy Award), il gruppo ha realizzato in esclusiva con Decca/L’Oiseau-Lyre l’integrale dei Concerti Grossi op. VI di Händel e la cantata Il Pianto di Maria con Bernarda Fink.

    Nel 2009 una nuova collaborazione con Cecilia Bartoli ha portato alla realizzazione di Sacrificium (Decca), disco di platino in Francia e Belgio e premiato del Grammy Award.

    Sempre per Decca sono stati pubblicati gli album Alleluia (marzo 2013) e Händel in Italy (ottobre 2015) con il soprano Julia Lezhneva, entrambi con grande successo di pubblico e critica.

    Con l’etichetta Alpha Classics – Outhere Music Group nel 2016 l’ensemble ha pubblicato Serpent & Fire con Anna Prohaska ricevendo nel 2017 l’ICMA “baroque vocal” e l’album Telemann (CD e LP) vincendo il Diapason d’Or nel gennaio 2017.

    La registrazione di cinque Concerti per violino di Mozart con Isabel Faust segna l’intensa collaborazione con la grande violinista (Harmonia Mundi, 2016).

    L’ensemble partecipa inoltre al progetto ventennale Haydn2032 a favore del quale è stata creata la Haydn Stiftung Basel per sostenere l’incisione dell’integrale delle Sinfonie di Haydn (Alpha Classics), insieme ad una serie di concerti in alcune capitali europee con programmi tematici incentrati su questo affascinante repertorio. Nel novembre 2014 è stato pubblicato il primo album La Passione vincendo l’Echo Klassik nel 2015. Il Filosofo realizzato nel 2015 è stato Choc de Classica de l’Année. Il terzo volume Solo e Pensoso (agosto 2016), e il quarto Il Distratto (marzo 2017) sono disponibili anche in LP.

    L’ensemble ha collaborato con artisti di fama internazionale, tra i quali Giuliano Carmignola, Sol Gabetta, Katia e Marielle Labèque e Giovanni Sollima.

    I progetti futuri includono una nuova tournée e la registrazione de La Morte della Ragione: un progetto incentrato sulla nascita della sensibilità barocca in Europa, che al contempo ricerca di una nuova esperienza di ascolto. Nel 2018 proseguirà inoltre la collaborazione con la violinista Patricia Kopatchinskaja con un nuovo programma che sperimenta la feconda tensione tra passato e futuro, accostando l’accuratezza filologica alla musica contemporanea.


    ISABELLE FAUST

    Isabelle Faust cattura l’attenzione dei suoi ascoltatori grazie a profonde e fedeli interpretazioni, basate su un’approfondita conoscenza del contesto storico delle opere ma anche su una puntuale attenzione all’attuale prassi esecutiva.  In giovane età Isabelle Faust è stata vincitrice dei prestigiosi Concorsi Leopold Mozart e Paganini ed è stata in seguito invitata ad esibirsi con le principali orchestre del mondo, tra cui i Berliner Philharmoniker, la Boston Symphony Orchestra, la Sinfonica NHK di Tokyo, la Freiburger Barockorchester e la Chamber Orchestra of Europe. Il 2016 segna il suo primo anno in qualità di ‘Artistic partner’ della Mahler Chamber Orchestra. Isabelle Faust si esibisce in un repertorio molto ampio che spazia da J.S. Bach fino ai compositori contemporanei quali Ligeti, Lachenmann e Widmann. Sempre desiderosa di esplorare nuovi orizzonti musicali, Isabelle Faust è a suo agio sia come musicista da camera sia come solista delle più importanti orchestre sinfoniche e da camera. A testimonianza della sua versatilità, in aggiunta ai grandi concerti del repertorio classico Isabelle Faust interpreta anche opere quali i “Kafka Fragments” di Kurtag con la soprano Anna Prohaska o l’Ottetto di Schubert su strumenti d’epoca. Nell’arco delle prossime stagioni suonerà in prima esecuzione numerose nuove opere per violino e orchestra, tra cui Concerti di compositori quali Ondrej Adamek, Marco Stroppa, Oscar Stranoy e Beat Furrer.  Nel corso della sua carriera Isabelle Faust si è esibita o ha registrato regolarmente con rinomati direttori d’orchestra quali John Eliot Gardiner, Philippe Herreweghe, Daniel Harding, Bernhard Haitink e Andris NelsonsNegli ultimi anni Isabelle Faust ha sviluppato una intensa collaborazione con il compianto Claudio Abbado, suonando e registrando sotto la sua direzione. Il loro CD con i Concerti per violino di Beethoven e Berg con l’Orchestra Mozart ha ricevuto un “Diapason d’or” (Francia), un “Echo Klassik” (Germania), un “Gramophone Award 2012” (Gran Bretagna) così come un “Record Academy Award” (Giappone). Isabelle Faust ha inciso diversi dischi per l’etichetta Harmonia Mundi insieme al suo partner abituale Alexander Melnikov. Questi includono il loro ultimo album con le Sonate per violino e pianoforte di Brahms e precedentemente i Trii per pianoforte di Schumann.

    La registrazione dei Concerti per violino di Mozart con Il Giardino Armonico e Giovanni Antonini e le sonate per violino e fortepiano con Kristian Bezuidenhout s sono state  pubblicate nella stagione 2016/17.


    GIOVANNI ANTONINI

    Nato a Milano, compie gli studi musicali presso la Civica Scuola di Musica e si perfeziona presso il Centre de Musique Ancienne di Ginevra.

    È tra i fondatori dell’ensemble Il Giardino Armonico che dirige stabilmente dal 1989 e con il quale ha tenuto concerti in tutta Europa, Stati Uniti, Canada, Sud America, Australia, Giappone e Malesia, sia come direttore sia come solista al flauto dolce e flauto traverso barocco.

    Ha collaborato con artisti di fama internazionale quali Cecilia Bartoli, Isabelle Faust, Viktoria Mullova, Giuliano Carmignola, Giovanni Sollima, Sol Gabetta, Katia e Marielle Labèque, Kristian Bezuidenhout.

    Noto per la sua raffinata interpretazione del repertorio classico e barocco, è invitato regolarmente come direttore ospite presso le orchestre più prestigiose come i Berliner Philharmoniker, Concertgebouworkest di Amsterdam, Tonhalle di Zurigo, Mozarteumorchester Salzburg, Orquesta Nacional de España, Gewandhaus Orchester di Lipsia, Kammerorchester Basel. È stato inoltre invitato a dirigere presso il Teatro alla Scala di Milano (Alcina, 2009), il Festival di Salisburgo (Giulio Cesare in Egitto, 2012; Norma, 2013 e 2015), il Teatro dell’Opera di Zurigo (Alcina, 2014 e 2016; Le Nozze di Figaro, 2016; dirigerà Idomeneo, re di Creta nel 2018).

    In ambito discografico sono numerosi i progetti realizzati con Il Giardino Armonico, tra i quali spiccano le incisioni per Teldec Classics dedicate a Vivaldi (da ricordare Le Quattro Stagioni), J.S. Bach (Concerti Brandeburghesi), Biber, Locke e ad altri compositori del Settecento. Per Naïve ha inciso l’opera Ottone in Villa di Vivaldi. Negli ultimi anni con Il Giardino Armonico e con la partecipazione di importanti solisti ha pubblicato con Decca Classics, Harmonia Mundi e Alpha Classics – Outhere Music group.

    Ha registrato Norma di Bellini con Cecilia Bartoli (Decca Classics, 2013).

    Per Sony BMG l’integrale delle Sinfonie di Beethoven con la Kammerorchester Basel, di cui sono già state pubblicate le prime otto.

    Da settembre 2013 Giovanni Antonini da è Direttore Artistico del Festival Internazionale Wratislavia Cantans di Breslavia (PL), dove è stato insignito del Wroclaw Music Award (categoria musica classica) per l’elevata qualità artistica della programmazione.

    E’ inoltre direttore artistico e musicale di Haydn2032, il progetto ventennale per cui è stata creata la Haydn Stiftung Basel e che prevede la registrazione integrale delle Sinfonie di F.J. Haydn con Il Giardino Armonico e la Kammerorchester Basel (etichetta Alpha Classics – Outhere Music group)

    I primi quattro volumi sono stati realizzati con Il Giardino Armonico: La Passione (novembre 2014), Il Filosofo (maggio 2015), Solo e pensoso (agosto 2016), Il Distratto (marzo 2017). L’Homme de Génie, il primo volume inciso con la Kammerorchester Basel, sarà pubblicato nel 2017.

     

23
24
25
  • Concerto Edison studio

    20:30 -23:00
    2017-10-25Europe/Rome

    Via Mezzocannone 109, Napoli

    Via Mezzocannone 109, Napoli

    Mercoledì 25 ottobre 2017  – Cinema Astra – ore 20.30

    EDISON STUDIO

    La corazzata Potëmkin (Бронено́сец «Потёмкин») regia, Sergej Ejzenštejn 1925

    Restaurato in 35 mm nel 2005 da Deutsche Kinemathek con il sostegno di Bundesarchiv-Filmarchiv – BFI – National Archive e Russian State Archive of Literature and Arts (RGALI)
    EDISON STUDIO
    Luigi Ceccarelli, Fabio Cifariello Ciardi, Alessandro Cipriani, musica dal vivo, elettronica e regia del suono, strumenti, oggetti, samplers e live electronics
    con Vincenzo Core, chitarre ed elettronica e Giacomo Piermatti, contrabbasso
    Andrey Maslenkin e Svetlana Marussia Kevral, voci registrate
    Commissione della Cineteca di Bologna

    Prima esecuzione assolut


    Edison Studio

    Edison Studio è stato fondato nel 1993. Dello studio fanno parte Mauro Cardi, Luigi Ceccarelli, Fabio Cifariello Ciardi e Alessandro Cipriani. Edison Studio fa parte del Ce.M.At. (Centri Musicali Attrezzati)  ed è oggi un’importante realtà nel panorama della musica elettroacustica internazionale grazie ai numerosi premi e riconoscimenti ottenuti (Concours International de Musique Electroacoustique de Bourges, Prix Ars Electronica, varie edizioni dell’International Computer Music Conference, Main Prize Musica Nova, Praga, etc.). Edison Studio ha realizzato produzioni musicali elettroacustiche per Walt Disney Concert Hall (Los Angeles-Usa),  Cineteca di Bologna, Biennale di Venezia, Ravenna Festival, Zeppelin Festival Barcellona, Moskow Autumn Festival e tanti altri.Una delle più significative attività di Edison Studio è dedicata alla realizzazione di colonne sonore per i film muti degli anni ’10 e ’20. Le colonne sonore, realizzate ed eseguite dal vivo dagli stessi autori, comprendono quattro noti film: “Gli ultimi giorni di Pompei”, “Blackmail” di Alfred Hitchcock, “Inferno”, pubblicato su DVD con la colonna sonora di Edison Studio nel 2011 dalla Cineteca di Bologna (collana Cinema ritrovato) e vincitore del premio AITS 2012, e “Il gabinetto del Dottor Caligari”, in uscita in DVD nel 2016.A questi si è aggiunta nel 2014 la colonna sonora per “En Dirigeable sur les champs de bataille” (1918), una serie di riprese dal dirigibile sulla linea del fronte franco-tedesco alla fine della prima guerra mondiale.Sulle colonne sonore di Edison Studio è stato pubblicato il libro “Edison Studio. Il silent film e l’elettronica in relazione intermediale”, AA. VV. (2014), a cura di Marco Maria Gazzano, Ed.Exòrma.

26
27
28
29
30
31
novembre
novembre
novembre
novembre

legenda colori categorie eventi

Miti di musica
Organi della campania
Stagione del barocco
Scarlatti Contemporanea
Stagione 2017/2018